Flag Day – La gloriosa Stars and Stripes

Parole Sparse qua e lá Home > IT > USA > Holidays > Flag Day – La gloriosa Stars and Stripes

Flag Day – La gloriosa Stars and Stripes

14 Giugno – National Flag Day

Flag Stars and stripes national day - Parole sparse qua e lá

Ogni giorno qui negli USA si festeggia o celebra qualcosa e il 14 giugno si festeggia il Flag Day. Giornata dedicata ad onorare uno dei simboli che più sta cuore agli Americani: la gloriosa Stars and Stripes.

La bandiera rappresenta per tutti gli statunitensi un simbolo dei diritti garantiti dalla loro Costituzione.

La Old Glory  ha sventolato la prima volta il 3 settembre 1777, sul Cooch’s Bridge, nel Maryland, durante  una battaglia della Guerra di Indipendenza Americana.  Tutti oggi conosciamo la bandiera a stelle e strisce, 13 strisce bianche e rosse alternate che rappresentano le 13 colonie iniziali e 50 stelle bianche in campo blu, una per ogni stato.  Ma non é sempre stata così. Una stella viene aggiunta ogni volta che uno stato viene ammesso o creato. Quella che vediamo sventolare oggi é la bandiera con vita più lunga; quasi 55 anni da quando il 4 luglio 1959 per ultima venne inserita la stella dell’Alaska. Ogni cambiamento avviene il 4 luglio, giorno della commemorazione dell’indipendenza.

Esiste un protocollo che rende omaggio e rispetto a questo simbolo nazionale: The United States Flag Code. Mentre solitamente in Italia siamo abituati a vedere la bandiera solo sugli edifici pubblici, qui é piuttosto usuale vederla di fronte a comuni abitazioni o ad esercizi commerciali (i rivenditori d ‘ auto poi sembrano fare a gara non a chi vende più auto ma a chi espone la bandiera più grande), in particolar modo nei giorni di festa nazionale. Se si vuole esporre la bandiera é quindi necessario attenersi ad alcune regole.

  • La bandiera è sventola dall’alba al tramonto (al mattino l’alza bandiera viene fatto vigorosamente, mentre al tramonto viene calata lentamente. In ogni caso sempre cerimoniosamente). La bandiera non deve mai toccare terra.
  • La bandiera non deve sventolare di notte a meno che non sia adeguatamente illuminata da una luce e non dovrebbe essere lasciata in balia delle intemperie.
  • Se esposta con altre bandiere, queste devono sempre sotto o ai lati più basse.
  • Quando viene riposta deve essere fatto con cura.
  • Una bandiera usurata e rovinata dal tempo non deve essere esposta, ma o conservata con cura o essere distrutta, possibilmente bruciandola (anche per questo vi sono delle apposite cerimonie).

Il bianco, rosso e blu inizialmente non avevano un significato preciso (probabilmente erano  ereditá della Union Jack), con il tempo é stato dato loro questo significato:

Bianco: purezza e innocenza
Rosso: valore e coraggio
Blue: perseveranza e giustizia

(E se volete disegnarla attenzione a usare le tonalità giuste – nel sistema Pantone Blue PMS 282 e Red PMS 193).

Se lo si desidera é possibile fare richiesta di una bandiera che abbia sventolato sul Capitol building a Washington D.C.. In questo caso é necessario inviare una lettera al proprio senatore. Una volta erano sufficienti 4 settimane circa per riceverla dall’11 settembre 2011 potrebbe occorrere più tempo. Tra l’altro si puó richiedere una bandiera esposta in una data particolare come il proprio compleanno o qualche altra data significativa.

Fu la bandiera a stelle e strisce ad ispirare  Francis Scott Key nella composizione dell’ inno nazionale The Star-Spangler Banner (La bandiera adorna di stelle).

La Stars and Stripes è l’ unica bandiera nazionale ad essere presente su un corpo extraterrestre, la luna. 6 volte è stata piantata su suolo lunare e 5 delle bandiere poste sul nostro satellite sono ancora lí, l’ unica a mancare la prima posta da Neil Armstrong durante Apollo 11.

By |2018-06-14T10:35:11+00:00giugno 14th, 2018|Categories: Holidays, USA|Tags: |9 Comments

About the Author:

Torinese da una vita, trapiantata in Texas da 5 anni. Racconto della mia vita da expat, delle mie passioni e quello che mi succede..insomma un po' di parole sparse qua e la'

9 Comments

  1. Giupy 06/14/2014 at 5:26 PM - Reply

    Non sapevo tutte queste cose sulle bandiere! Ho sempre pensato pero’ che esporre bandire molto grandi nascondesse un qualche complesso di inferiorita’ per altre cose molto piccole…

    • valentina corino 06/14/2014 at 9:00 PM - Reply

      Mah onestamente non saprei, in fondo essere orgogliosi dei propri simboli nazionale la trovo una bella cosa 😉

  2. Sabina 06/14/2014 at 6:11 PM - Reply

    Molto interessante questo post!
    Ma se uno non si attenesse alle regole e lasciasse la bandiera fuori sempre, anche di notte? Sai che succede?

    Qui a San Francisco ci sono anche case che issano bandiere diverse a seconda dei giorni…

    • valentina corino 06/14/2014 at 8:59 PM - Reply

      Se la si lascia fuori la notte dovrebbe avere una luce dedicata a illuminarnarla da quello che ho capito. Credo che il biasimo di tutti qll che ti circondano per un americano sia sufficiente a trattarla con rispetto. Immagino che in casi gravi di degrado possano intervenire anche le autorità in teoria anche in Italia ci sarebbe il vilipendio della bandiera….

  3. ero Lucy 06/17/2014 at 6:29 PM - Reply

    Applauso.

  4. Veronica Magot 07/25/2014 at 8:00 AM - Reply

    E’ una cosa che invidio agli americani, il loro patriottismo, il loro amore per il loro paese cosa che personalmente per me è morto per il mio anni or sono..
    L’appendere la bandiera del proprio paese deve essere una cosa che nasce dal cuore adesso in Italia è solo abitudine come tutto il resto ..ci adeguiamo punto e basta ..
    Fanno bene gli Americani ad essere orgogliosi del loro paese ..
    Grazie Vale non le sapevo manco io queste cose 🙂

  5. Veronica Sorrentino Magot 06/20/2016 at 10:32 AM - Reply

    Ho sempre adorato la devozione che gli Americani danno alla loro bandiera , perchè fieri del loro paese .. cosa che in Italia non è più sentita io che non sventola la bandiera è una vita ..
    Devo dire che mi piace la sua storia grazie Vale per avercela raccontata 😀
    Buona settimana Vero

  6. Lakeisha 07/21/2016 at 12:43 PM - Reply

    Feb16 This will be my home desktop / wortskation. I also have my Windows Home Server which will handle all file storage, streaming, and backup.I don’t plan to use Linux, but it’s never out of the question. I might throw together a dual-boot rig just to play around in Ubuntu.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.